Andrea Pucci

Andrea Pucci

In …Tolleranza Zero è il titolo dello spettacolo che Andrea Baccan, in arte Pucci, sta portando in tour nei principali teatri italiani. Superato il fatidico mezzo secolo di età, il comico milanese classe 1965, rende esilarante la fatica di vivere in un mondo dove si trova a interagire con mode che gli paiono incomprensibili, con le nuove tecnologie 2.0, con la scuola e le frenetiche attività extrascolastiche della figlia e con gli acciacchi che inevitabilmente si porta sulle spalle. Come di consuetudine Pucci evita la satira politica concentrandosi su quella di costume dove la quotidianità è fonte inesauribile di spunti tragicomici. L’artista stesso, in merito al titolo del suo nuovo spettacolo che sta registrando il tutto esaurito ovunque, ci dà qualche indizio: “Non tollero quando vai in pizzeria a prendere le pizze da portare a casa agli amici: sei lì da solo e ordini 3 Margherite, 2 quattro stagioni, 1 coi funghi, 3 Napoli e il pizzaiolo ti fa: “da portare via?” – “no, me le mangio tutte io! guardi da bere solo un bicchiere d’acqua!” oppure “Non tollero quando vai in aeroporto, al banco del check-in, consegni due biglietti e l’impiegata ti fa: “siete in due?” – “No siamo in 38, adesso arriva il pullman”.

Prima di raggiungere la notorietà e il clamoroso successo di questi ultimi anni, come tanti suoi colleghi cabarettisti, Pucci ha fatto una lunga gavetta. Da ragazzo lavorava nella tabaccheria di famiglia in piazzale Istria, nella sua Milano. Il contatto con gli avventori, il via vai continuo della gente deve avere stimolato la sua verve comica e affinato quello spirito di osservazione che caratterizza i maestri della satira di costume. Nei primi anni ’90, Andrea Baccan partecipa come barzellettiere a La sai l’ultima dove si fa subito notare e diventa ospite fisso. Accanto alla fondamentale attività on the road, tra serate nei locali e nei villaggi turistici dove Pucci affina la capacità di interagire con il pubblico, altri passaggi importanti per la carriera, sono la partecipazione televisiva alle Iene e a Quelli che il calcio dove manifesta e fa esplodere la sua passione per i colori nerazzurri.  Ma è soprattutto Colorado, la fortunata trasmissione di Italia 1 che lo ospita dal 2005, a rappresentare per Pucci l’occasione per presentarsi con regolarità davanti al grande pubblico che continua a crescere stagione dopo stagione. L’attività del comico spazia a 360°: nel 2010 viene pubblicato per la Cairo Editore il  libro Ho sposato l’esorcista scritto con il suo autore Raffaele Skizzo Bruscella.  L’approdo sul grande schermo è del 2008 con L’allenatore nel pallone 2 per la regia di Sergio Martino. A questa pellicola ne seguono diverse altre, Andrea Baccan è ormai un volto conosciuto, icona di un certo modo di raccontare la nostra epoca. Nel settembre 2016 Italia 1, emittente da sempre sensibile alla risata, inaugura la propria stagione comica con 101% Pucci, One Man Show che decreta il definitivo ingresso di Pucci nell’Olimpo dei grandi comici italiani.

Acquista Biglietti

Indietro