Beth Ditto

beth-ditto

Spregiudicata e irriverente, sexy e intensa, reale, incisiva, potente e impegnata Beth Ditto, l’iconica (ex) front woman del trio dance-punk The Gossip torna sulle scene. E lo fa in grande stile. Con un nuovo disco e un nuovo tour. Questa volta però da sola, senza il gruppo che l’ha accompagnata per ben 17 anni. Il suo album, Fake sugar, uscito lo scorso 16 giugno, arriva a cinque anni dall’ultimo disco dei Gossip A Joyful Noise, ed è stato prodotto da Jennifer Decilveo, che ha collaborato con Beth per bilanciare il suo lato punk con il gusto pop. Come racconta la stessa Ditto in un’intervista: “È stata le rotelle dei miei pattini. Abbiamo discusso tutti i giorni e ho amato questa cosa”. Beth Ditto è cresciuta in un piccolo paese dell’Arkansas. Sua madre era una infermiera single che ha cresciuto 8 figli. Il padre un musicista. All’età di 18 anni decide di lasciare la sua città natale insieme a quelli che sarebbero poi diventati i membri della sua band. E da allora grazie alle sue indiscutibili qualità canore e al suo aspetto decisamente insolito all’interno dello showbiz è diventata un’icona planetaria. In Fake sugar ritroviamo tanto delle sue origini del Sud, il rock che le scorre nelle vene, mischiato alla sua innata anima pop. I testi sono pieni di rimandi alla cultura in cui è cresciuta. La lavorazione dell’album è durata due anni e ha prodotto qualcosa come 80 canzoni, diventate poi 12 nel disco.

Un disco ispirato in particolar modo dalla lunga relazione e dal successivo matrimonio, nel 2013, alle Hawaii, con Kristin Ogata, che ha aggiunto una vena romantica alla sua anima punk, come si può intuire da alcune canzoni contenute nell’album. Sono trattati temi come l’amore, la perdita, il guardarsi indietro e l’andare avanti con tutta la potenza e la bellezza che circondano l’artista americana. Co-autore di alcuni brani è Jacknife Lee, già collaboratore di R.E.M., U2 e Bloc Party. Fire è il primo singolo estratto. Un pezzo tosto, con un ritmo lento e avvolgente, e un’interpretazione vocale di gran livello e stile. Infatti chi di musica se ne intende, sostiene che il segreto del successo di Beth Ditto è nella voce. Piena, possente, monumentale quanto la sua stazza. Una voce che durante i concerti dal vivo si sprigiona in tutta la sua potenza. Una voce che rimane impressa, insieme al carisma e alla forza che questa splendida artista riesce a trasmettere durante le sue esibizioni dal vivo. Per i tanti fan che la seguono ormai da anni e che non vedono l’ora di tornare a un suo concerto il momento tanto atteso è arrivato. Per chi ancora invece non si fosse imbattuto nella sua carica e energia vitale consiglio vivamente di acquistare un biglietto e assistere a uno spettacolo che non lascerà delusi. Io non mancherò di certo. Ci vediamo al concerto!


Indietro