Guido Reni Mostre

cosmos-discovery-roma

“Roma caput mundi”. E’ stata avviata con successo la prevendita di diverse formule di biglietto combinato per visitare il più grande polo culturale d’Italia dedicato all’edutainment, “intrattenimento educativo”, che ha aperto i battenti in pompa magna a Roma dallo scorso 30 settembre con cinque grandi mostre ospitate nello spazio espositivo Guido Reni District, in via Guido Reni 7, di fronte al museo di arte contemporanea MAXXI, trasformato per l’occasione in una vera e propria cittadella della conoscenza impegnando una superficie di 11.000 mq espositivi.

La storia e il futuro della conquista dello spazio nell’esposizione Cosmos Discovery, reduce dal grande successo riscosso in Portogallo a Lisbona dove ha ottenuto il consenso di 200.000 visitatori, a Roma è stata allestita su 3000 mq con oltre 250 cimeli delle missioni spaziali di Usa ed ex Urss e un enorme Planetario con le immagini tridimensionali dell’Universo. Nella parte iniziale la mostra Cosmos Discovery offre alla vista dei visitatori lo Sputnik russo e il razzo americano Mercury esposto in scala 1:1, oltre alle storie dei pionieri dell’esplorazione spaziale come la cagnetta Lajka, lo scimpanzé americano Enos, Jurij Gagarin, primo umano nel cosmo.

Medesima superficie per l’ambientazione che riproduce una giungla giurassica di Dinosaur Invasion, mostra che a Parigi ha registrato 180.000 visitatori, popolata da 40 dinosauri a dimensione naturale e in movimento grazie alla sofisticata tecnologia animatronica, posizionati in 16 differenti isole, ciascuno nella propria era geologica in modo da offrire ai visitatori una panoramica precisa a ritroso nel tempo tornando a 250 milioni di anni fa nell’Era Mesozoica e passando per il periodo Triassico, Giurassico e Cretaceo in cui la Terra era molto diversa da quella di oggi ed era dominata dai dinosauri, termine coniato nel 1842 dal paleontologo inglese Richard Owen. Le creature sono state progettate e costruite sulla base delle indicazioni di un team di paleontologi: grazie al loro lavoro è stato possibile riprodurle fedelmente non solo nell’aspetto, ma anche nei movimenti e nei “comportamenti”.

Grande attesa anche per Real Bodies, scopri il corpo umano, expo internazionale di anatomia reduce dal successo di Milano con 250.000 ingressi, presente a Roma con oltre 350 fra corpi interi e organi umani plastinati. Un focus particolare è stato riservato alle pratiche sportive come il body building, le arti marziali, l’aerobica, la danza, il cross fit. Il tutto per sottolineare l’importanza di mantenere il corpo in salute e efficienza, esponendo i corpi degli atleti plastinati impegnati in gesti sportivi nella Galleria degli Atleti, una delle nove sezioni della mostra internazionale dal forte impatto visivo e dal grande dinamismo.

All’interno di due ulteriori padiglioni da 1500 mq l’uno vengono infine ospitate le mostre Scientopolis e Brikmania. La prima dedicata ai come e ai perché del mondo della scienza e delle calamità naturali esplorati attraverso l’interazione con 50 stazioni scientifiche esplicative dei differenti fenomeni chimico-fisici che entrano in gioco. La seconda offre al pubblico una collezione di 120 opere realizzate con oltre 3 milioni di mattoncini Lego ripercorrendo l’evoluzione dei mezzi di trasporto. Fra le attrazioni più attese un modello di transatlantico Titanic lungo oltre 10 metri e un’enorme area ludica dove i bimbi possono dare sfogo a tutta la loro creatività con i celebri mattoncini.

Si tratta dunque di un’occasione davvero irripetibile per il pubblico per visitare in un unico grande spazio espositivo le cinque grandi mostre che abbinano l’intrattenimento all’educational, rivolgendosi in particolare a un pubblico di studenti, bambini e famiglie.

Acquista Biglietti

Indietro