J-Ax e Fedez

Appuntamento il 1° giugno allo stadio San Siro di Milano per il gran Finale del tour campione d’incassi Comunisti col Rolex

A maggio 2016 viene pubblicata la hit Vorrei ma non posto che segna l’inizio del loro percorso artistico di coppia. Segue il progetto discografico Comunisti col Rolex, l’album italiano più venduto del 2017. E poi il tour dei record, con tantissime date sold out e oltre 230 mila presenze. E adesso la festa “Finale”. Abbiamo fatto a J-Ax e Fedez qualche domanda su quello che è stato e quello che sarà.

D: Negli ultimi due anni avete registrato un successo dopo l’altro. Dischi d’oro e di platino, palazzetti e arene sempre pieni. Vi aspettavate tutto questo quando avete iniziato questa avventura?

R: Assolutamente no, ha superato qualsiasi aspettativa. Abbiamo fatto questo progetto più che altro per prenderci una pausa dalle nostre carriere soliste, senza avere grandi aspettative, e senza che ce ne fossero dall’esterno. Il fatto, non solo di aver raggiunto il nostro successo da solisti, ma addirittura superarlo in coppia è stato una grande sorpresa.


D: E ora lo stadio di San Siro. Un grande traguardo. Chi ha avuto l’idea di fare una grande festa “finale” proprio lì? Cosa state preparando di speciale per questo appuntamento? Potete anticiparci qualcosa…

R: J-Ax “L’idea di San Siro è partita da Fede, è lui quello che pensa in grande, che ama le sfide. Io sono quello che tende a minimizzare, ma quando mi ha detto “andiamo a San Siro” non ho avuto nessun dubbio e ho risposto subito di “si”.

Entrambi “Siamo preparando una scaletta inedita, non mancheranno i nostri “classici” ma non vogliamo ripetere quella della tour. Sarà un evento speciale. Come tutte le cose belle ad un certo punto finisco e per questo vogliamo che sia una grande festa.


D: Avete già deciso la scaletta? Un brano che sicuramente non può mancare?

R: La scaletta già decisa, non mancheranno le sorprese.

J-Ax: il brano che per me non può mancare è Domani smetto

Fedez: la mia sicuramente è Magnifico

Per entrambi: Vorrei ma non posto, da dove tutto è partito


D: Avete invitato qualche amico/artista a farvi compagnia sul palco?

R: Abbiamo invitato molti amici, alcuni hanno già partecipato ai nostri featuring e altre sono vere e proprie sorprese. Vi stupiremo.


D: Ormai fate coppia fissa da un pò. Dopo San Siro ognuno andrà per la sua strada?

R: Dopo San Siro ognuno tornerà ad occuparsi della propria carriera solista. Questa era una cosa estemporanea, il fatto che abbia avuto così tanto successo ci ha fatto percepire quasi come fossimo una band, un duo, ma quando gli artisti fanno queste cose è naturale che poi si separeranno. Di sicuro sono stati tre anni incredibili.

Torna