Negrita

Negrita

Un grande gruppo rock italiano, un sound e una grinta che si riflette in ogni nuovo album ma che sanno trasmettere durante gli appuntamenti live. E per tutti i fan l’attesa è finita! Nel 2018 i Negrita tornano con tre date a Bologna, Roma e Milano. Abbiamo rivolto alla band qualche domanda per capire cosa ci aspetta sul palco del prossimo tour e farci dare qualche anticipazione.

D: Il vostro ultimo e nuovo singolo Adios Paranoia, che precede l’uscita del nuovo album previsto per il 2018, inizia con questo verso: Meridiano di sangue, sangue e dolore/Strade di polvere asfalto e sudore/Un’aquila vola tra nuvole e cielo/ Io cosa sono? Io cosa ero? … E i Negrita cosa sono oggi e cosa erano? Vi sentiti cambiati rispetto a qualche anno fa?

R: I Negrita sono un’entità in continuo movimento. Da sempre. Siamo curiosi, coraggiosi e a volte incoscienti, affascinati dalla musica che ha conquistato milioni di persone sin dalla nascita del RnR anni ’50, fino a quella di oggi. La domanda potrebbe essere: cosa saremo domani?

D: Siete profondamente legati all’America e in particolare all’America latina, spesso citata anche nelle vostre canzoni. Da cosa nasce questo legame profondo con una terra così lontana?

R: Difficile dirlo. La “nostra” America è un intreccio di ritmi, suoni, cinema, letteratura e chissà cos’altro, che si è sedimentata in noi nel corso di decenni. L’America Latina aggiunge a quanto già detto un certo esotismo e due lingue (spagnolo e portoghese) che ci somigliano… Il gioco è fatto.

D: Rotolando verso sud è la canzone più pubblicata su Facebook da tutti gli “emigrati” che tornano a casa, appunto verso Sud, magari per le feste o per le vacanze estive. Voi tra tutti i brani che avete pubblicato nella vostra carriera, ne avete uno a cui siete particolarmente legati o in cui potete affermare che rappresentano i veri Negrita?

R: Questa cosa non la sapevamo… figo! Giusto ieri ci ha telefonato Massimo Jovine, il bassista dei 99 Posse, e ci ha detto: Rotolando è uno dei migliori inni al Sud d’Italia e del mondo mai scritti, dobbiamo suonarla assieme a Napoli prima o poi. Ci ha fatto piacere, molto!

Pezzi preferiti? Il prossimo che scriveremo! ;)

D: Avete suonato nei club, nei palasport e nei teatri, dove avete offerto ai vostri fan una versione acustica dei vostri brani. C’è un posto dove vi piacerebbe suonare e dove non siete mai stati? Pensate che alcuni brani siano adatti ad alcuni contesti piuttosto che ad altri? Penso ad esempio ad Anima Lieve che avete proposto per la prima volta nel Negrita Unplugged 2013…

R: Ogni tipologia di venue merita un’attenzione dedicata. Sarebbe stupido decidere sulla carta una scaletta e poi proporla senza modifiche everywhere… Sai che palle, poi…

D: L’ultimo vostro tour nei club è del 2015. Ad aprile invece tornate finalmente live con tre date a Bologna, Roma e Milano. Cosa avete previsto? Ma soprattutto i vostri fan sparsi per l’Italia possono sperare in qualche altra data?

R: Sorpresa, sorpresa… :)

Indietro