Firenze Rocks 2019

firenze-rocks

Era il 2017 quando un nuovo festival musicale faceva la sua comparsa sulla scena musicale italiana e andava ad aggiungersi ad altri festival più o meno grandi e più o meno noti che vedevano e vedono esibirsi lungo tutto lo stivale artisti “nostrani” e grandi star internazionali. Oggi questo “giovane” festival è cresciuto e ha conquistato il consenso di pubblico e artisti. Basta dire “Firenze Rocks” per far riaffiorare nella mente dei fan le esibizioni di Guns ‘N’ Roses, Aerosmith, Eddie Vedder, Foo Fighters, Ozzy Osbourne, Iron Maiden e System of A Down.

Lo spazio della Visarno Arena, a Firenze, ha accolto in questi due anni migliaia e miglia di fan accorsi da tutta Italia per sentire tutta l’energia che solo il rock può dare. All’alba della nuova edizione 2019 – che quest’anno si svolge dal 13 al 16 giugno – la terza della sua storia, il Firenze Rocks, si prepara a replicare il successo degli scorsi anni. E anche quest’anno il Firenze Rocks, che sarà ospitato all’intero dell’Ippodromo di Firenze, mira a conquistare lo scettro di Festival più seguito dell’estate. E lo fa calando un poker d’assi: Tool, Ed Sheeran, Eddie Wedder e The Cure. Per Ed Sheeran, che si esibisce il 14 giugno, quella di Firenze è una delle tre tappe italiane del tour mondiale che lo vedono protagonista anche allo Stadio Olimpico di Roma e allo Stadio San Siro di Milano.

Alla superstar britannica, che è forse l’artista meno “rock” del festival, ma non per questo meno atteso, fa eco un’altra grandissima star: Eddie Vedder, atteso invece sabato 15 giugno. L’iconico leader dei Pearl Jam torna ad esibirsi al festival in cui due anni fa aveva infranto il record per maggior numero di spettatori paganti di tutta la sua carriera solista. Saranno invece i californiani Tool, capitanati da Maynard James Keenan, a dare il benvenuto e a riscaldare il pubblico del Visarno Arena, inaugurando il Festival, giovedì 13 giugno, con il loro genere che mescola progressive rock, psycjedelic rock e art rock. E nello stesso giorno, sullo stesso palco, sono attesi anche i The Smashing Pumpkins, una delle band più influenti della storia della musica.

A chiudere invece la manifestazione saranno i The Cure. La band inglese non ha certo bisogno di presentazioni; in quarant’anni di carriera infatti ha scritto alcuni dei singoli più importanti della storia della musica come Boys Don’t Cry, A Forest, The Lovecats, Inbetween Days, Close To Me, Just like Heaven, Lullaby, Lovesong, solo per citarne alcune. Ad arricchire una già nutritissima line-up ci saranno anche Dream Theater, Snow Patrol, Glen Hansard, Sum41, Editors e molti molti altri. Senza voler fare previsioni, anche quella di quest’anno si preannuncia come un’edizione destinata a rimanere nei cuori, nelle gambe e nei ricordi di molti fan. Il conto alla rovescia è iniziato! Stay rock!

Acquista biglietti

Torna