Formula 1 – Gran Premio D’Italia 2018

formula-1-monza

Lo spettacolare circuito di Monza ospita l’unica prova italiana del campionato di Formula1. Dal 31 agosto al 2 settembre un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati della velocità su 4 ruote.

 

Il mese di settembre, per gli appassionati delle quattro ruote, è legato indissolubilmente alla Formula Uno e al Gran Premio di Monza. È proprio su questo circuito – il più longevo d’Europa, essendo stato costruito nel 1922 per volontà dell’Automobile Club Italia, nonché il terzo a livello mondiale dopo Brooklands e Indianapolis – che l’automobilismo ha offerto le più epiche battaglie e i più grandi duelli. Situato in una location magica (il circuito è infatti inglobato nel Parco di Monza), l’Autodromo ha ospitato dalla sua fondazione tutte le edizioni del Gran Premio d’Italia (a parte poche eccezioni, come nel 1921, 1937, 1947-48 e 1980).

Inizialmente progettato a forma di “otto”, la prima versione del Circuito fu però costruita – per limitare l’impatto ambientale – utilizzando due anelli in parte pre-esistenti (potevano essere utilizzati insieme, alternando un giro dell’uno a un giro oppure separatamente) con una lunghezza circa di 10 km. Nel corso degli anni gradualmente vennero operate alcune modifiche strutturali, dedite a garantire una maggior sicurezza ai piloti mantenendo comunque la ben nota spettacolarità (non per niente è denominato come “tempio della velocità”) e la vicinanza del pubblico – sempre caldo, competente e sportivo – alla pista. Gli ultimi interventi per migliorare la sicurezza furono tra la fine degli anni ’90 e il 2000: con essi vennero alcune varianti, la curva Grande e le due curve di Lesmo, nonché migliorata l’accoglienza dei box. Dopo le ultime modifiche, la lunghezza del tracciato è oggi di 5.793 metri.

La stagione 2018 sembra essere cominciata sotto il segno dell’incertezza, almeno nelle posizioni di testa: dopo la “doppietta” di Vettel ad inizio campionato (Australia e Bahrein) si sono viste le affermazioni del campione in carica Hamilton (Azerbaigian e Spagna) e di Ricciardo (Cina e Montecarlo). Insomma, il campionato sembra essere apertissimo e non è da escludere un arrivo in volata: motivo ancor maggiore per presenziare a Monza! L’anno scorso il GP di Monza vide il dominio di Lewis Hamilton (che conquistò non solo la vittoria ma anche la pole position, mentre il giro più veloce fu fatto segnare da Ricciardo) davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas e al Ferrarista Vettel. La speranza è di tornare a vedere la bandiera del Cavallino sventolare più in alto dopo molti anni di piazzamenti Da ricordare che inoltre come Monza rappresenti l’ultima chance per vedere i piloti sfrecciare nel vecchio continente, prima di visitare il profondo est e le Americhe, con il consueto gran finale ad Abu Dhabi (Yas Marina).

A Monza tutto è pronto: non pedete lo spettacolare Gran Premio, venite anche voi a tifare le mitiche rosse!!!

Torna