I Muse tornano in Italia

Annunciate ufficialmente le date italiane del Tour estivo 2019: l’appuntamento è a Milano e Roma, nei due più grandi e prestigiosi stadi d’Italia!

La notizia era nell’aria da tempo e aveva trovato conferma qualche settimana fa con l’annuncio sui social da parte della band: super tour estivo nel 2019 con Milano e Roma sede delle tappe italiane previste.

Oggi finalmente arriva l’ufficialità con tanto di date e location: i Muse tornano nel nostro Paese dopo due anni di lunga attesa, il 12 luglio allo Stadio San Siro di Milano e il 20 luglio allo Stadio Olimpico di Roma.

La band, capitanata dal polistrumentista Matthew Bellamy, porterà in scena nei grandi stadi europei l’ottavo lavoro discografico intitolato Simulation Theory, in uscita il 9 novembre per Warner Music. L’album tratta temi futuristici come la realtà virtuale, la realtà simulata e l’idea che la fantasia diventi reale. “Le simulazioni stanno diventando qualcosa che fa parte della nostra vita quotidiana” hanno sottolineato più volte i tre musicisti nelle interviste tenute nei mesi scorsi. Inoltre, il leader della band ha rivelato che ad ispirare parte dei suoi testi è stata la nota serie tv Black Mirror. Composto da undici canzoni, l’album presenta una copertina disegnata da Kyle Lambert, autore tra l’altro delle locandine di Stranger Things e Jurassic Park.

Per i Muse, conosciuti in tutto il mondo per i loro spettacoli live “incendiari” e “rivoluzionari” questo tour non farà eccezione e si preannuncia epico e ambizioso per regalare ai propri fan, ormai abituati a veri e propri concerti-evento, un’esperienza sempre più “totale”, dal suono alle luci, dal palco ai video.

I Muse sono un gruppo rock britannico di Teignmouth, Devon, formatosi nel 1994. Il gruppo è composto dai compagni di scuola Matthew Bellamy (voce solista, chitarra solista, pianoforte), Christopher Wolstenholme (basso, voce, tastiere) e Dominic Howard (batteria, percussioni). Dopo l’uscita dell’album Black Holes and Revelations del 2006, il tastierista e percussionista Morgan Nicholls si è esibito dal vivo con la band.

Il loro enorme successo è legato a un sound particolare che nasce dalla fusione di progressive rock, glam, atmosfere elettroniche e seducenti melodie vocali. La band ha pubblicato otto album in studio, vendendo oltre 20 milioni di album in tutto il mondo.

Riconosciuti come una delle migliori band dal vivo a livello planetario, i Muse hanno vinto numerosi premi musicali tra cui due Grammy Awards, un American Music Award, cinque MTV Europe Music Awards, due Brit Awards, dieci NME Awards e sette Q Awards.

Noi non vediamo l’ora di scatenarci sulle note spaziali di Bellamy e soci, partecipando a due show che si preannunciano esperienze stellari. E voi?

 

 

 

 

Torna