Lucca Summer Festival

lucca-summer-festival-2019

Sarà un pensiero figlio di un certo spirito patriottico, ma l’Italia, con le sue bellezze naturali e architettoniche, è un palcoscenico unico al mondo per vivere di musica. Quando poi arriva l’estate e il sipario si alza sulla stagione dei festival, poche città hanno la stessa atmosfera di Lucca: un ambiente dall’irresistibile fascino medievale che al tramonto diventa ancora più magico. Se in una cornice di questo tipo ci piazziamo il meglio della musica di ieri e oggi, allora è facile capire perché, nel corso delle sue 21 edizioni, il Lucca Summer Festival abbia attirato più di un milione di spettatori e 289 artisti.

elton-john

Il programma di quest’anno è in linea con la tradizione e unisce vere leggende della musica alle star della new generation italiana e internazionale. Guardando i nomi annunciati sinora, difficile non cominciare da Ennio Morricone ed Elton John: carriere e personaggi agli antipodi, sono maestri pronti al congedo dopo aver scritto pagine musicali (e cinematografiche) indelebili. Per i due grandi artisti, una location d’eccezione come le Mura di Lucca: Morricone il 29 giugno si esibirà davanti a una platea di 15.000 posti – la maggior parte dei quali a sedere – per chiudere in bellezza il suo tour d’addio; Sir Elton John, invece, arriverà il 7 luglio con il suo Farewell Yellow Brick Road Tour, un viaggio on the road che si concluderà solo nel 2021. Inizialmente la sua data a Lucca avrebbe dovuto svolgersi in Piazza Napoleone, ma il rapido sold out ha portato allo spostamento di venue, che consentirà a 7000 fan in più di assistere alla performance del “Rocket Man” per eccellenza.

Se saltiamo al capitolo giovanissimi, invece, Anastasio si è guadagnato un posto in prima linea: vincitore di X-Factor 2018 ha stupito tutti con il suo “rap d’autore”, dimostrando un’abilità e una sensibilità di scrittura notevoli per un ragazzo di 21 anni. Il 9 luglio le luci del palco di Piazza Napoleone saranno tutte per lui, prima di lasciare spazio a Macklemore in una suggestiva staffetta fra un astro nascente e uno dei maggiori esponenti internazionali del genere.

sting

Ma la line-up è un continuo alternarsi di icone e giovani talenti che crescono: pensiamo ai Take That (28 giugno), che festeggiano 30 anni di carriera; a Eros Ramazzotti (16 luglio), impegnatissimo con il suo Vita ce n’è World Tour, che lo sta portando a collezionare senza pause show in giro per il mondo; o Sting (29 luglio), che dopo la parentesi con Shaggy dello scorso anno torna in Italia con My Songs, un tour che ne celebra i grandi successi.

calcutta

Tutti giganti a cui si affiancano fresche personalità come Calcutta (6 luglio), reduce dal sold out all’Arena di Verona e da un album, Evergreen, che ha convinto pubblico e critica; Salmo, che il 19 luglio sul palco di Piazza Napoleone alternerà il suo rap potente all’energia rock dei Maneskin, ancora “sbronzi” del successo del loro primo album Il ballo della vita.

E ancora: De Gregori & Orchestra (30 giugno), i Toto (5 luglio), Tears for Fears (10 luglio), New Order ed Elbow (12 luglio), Mark Knopfler (13 luglio), The Good, the Bad and the Queen (20 luglio), Gemitaiz (26 luglio) e i mitici Scorpions (27 luglio).

È abbastanza?

Acquista biglietti

Torna