Marlene Kuntz

Marlene Kuntz

Tra le band simbolo della scena musicale italiana degli anni ‘90, i Marlene Kuntz tornano dal vivo con un nuovo tour che celebra i trent’anni di carriera della band. Oltre tre ore di concerto, per metà acustico e per metà elettronico che hanno conquistato il pubblico milanese a ottobre e si apprestano a fare altrettanto con quello di altre 10 città della penisola.

Il 2019 è una data doppiamente importante nella storia dei Marlene Kuntz: segna i trent’anni di carriera e il ventennale dall’uscita del loro terzo disco Ho ucciso paranoia. Per celebrare in modo adeguato questi prestigiosi e storici traguardi la band, che ha scritto pagine fondamentali del rock indie italiano, ha deciso di strutturare i concerti del nuovo tour in modo da presentarsi in una doppia versione, prima acustica e poi elettrica.

Il pubblico, nel corso di quasi tre ore di musica, ha così la possibilità di incontrare le due anime della band, due aspetti che Marlene Kuntz hanno avuto modo di testare dal vivo con grande successo e partecipazione emotiva, lo scorso ottobre a Milano.

La prima parte del concerto è dunque acustica e rappresenta un intrigante percorso all’interno della discografia del gruppo dove sono state scelte le canzoni che più si prestano a questo tipo di rivisitazione.

La seconda parte è invece elettrica e ripropone integralmente il terzo storico disco Ho ucciso paranoia. Questa rivisitazione è un modo per i musicisti di re-immergersi in atmosfere mai sopite e dimenticate, intrise di una vena di malinconia perché ancorate ad un passato ormai lontano ma ancora capaci di sprigionare energia positiva e vitalità.

30 anni di musica rappresentano un percorso veramente importante e significativo che è stato possibile grazie alla passione di un pubblico che si è rivelato più vasto rispetto alle aspettative della stessa band che nel corso del tempo è rimasta sempre fedele alla propria poetica, alle proprie visioni e ad un suono che potremmo definire “urticante” e non certo adatto a tutti i palati.

Il tour si compone di dieci date fissate in luoghi particolarmente suggestivi della nostra Penisola e perfettamente calzanti con l’atmosfera dal sapore magico che si sprigiona nei concerti dei Marlene Kuntz. Tra queste location ne ricordiamo alcune: il Teatro Romano di Ostia Antica, la settecentesca Palazzina di Caccia di Stupinigi (Torino), il Castello Scaligero a Villafranca (Verona), il Carroponte di Sesto San Giovanni alle porte di Milano, mirabile esempio di archeologia industriale.

Il concerto sarà più di una semplice esecuzione musicale dal vivo ma uno spettacolo totale e multimediale dove, accanto alla musica, la storia di Marlene Kuntz sarà raccontata attraverso immagini e visual di Bruno d’Elia. La regia dello spettacolo è curata da Fabrizio Arcuri, proveniente dal mondo del teatro sperimentale. Con questa ricchezza e varietà di stimoli il pubblico potrà quindi vivere un’esperienza unica dall’approccio genuinamente artistico. Una serie di concerti che si annunciano quindi imperdibili e perfettamente in linea con lo spirito creativo a artistico Marlene Kuntz, da trent’anni una garanzia per il pubblico più esigente.

Torna