Una sera al teatro con Priscilla!

priscilla

Priscilla, il musical  è tornato e questa è già una gran notizia.
Ispirato al film australiano del 1994, lo spettacolo torna nella sua versione originale e completa, quella che il pubblico milanese poté apprezzare nel 2011 al Priscilla Palace uno spazio creato ad hoc alla Fabbrica del Vapore e che diede il via ad una vera e propria Pricilla-mania che contagiò  le grandi città in tutta Italia raccogliendo oltre 350.000 spettatori nei diversi trionfali tour che si susseguirono per alcuni anni.

La forza di Priscilla nasce dagli ingredienti, da quell’amalgama speciale ed unico che fanno di uno spettacolo un gran spettacolo, uno show, soprattutto, da vivere, cantare, ballare.

Priscilla è un musical colorato, grazie agli oltre 500 costumi e le spettacolari parrucche; Priscilla è uno spettacolo con una grande colonna sonora, grazie ad una formidabile sequenza di hit degli anni ’70 e ’80 ed al trio delle “Divas”, tre splendide e convincenti cantanti che irrompono sulla scena calate letteralmente sulla scena attraverso delle funi; Priscilla è uno spettacolo frizzante e movimentato grazie ad un adrenalinico corpo di ballo; Priscilla è una messinscena di livello internazionale grazie allo scintillante  bus-torpedone che domina il palco e dà il nome allo spettacolo; Priscilla è anche un gran pubblico, variopinto e festoso, come quello che ha accolto lo show alla prima serata al Teatro degli Arcimboldi di Milano e che non mancherà all’appuntamento di ogni replica sia milanese che nelle città d’Italia dove lo spettacolo è atteso.

Priscilla è anche e soprattutto una storia dolce e amara, una storia sulla diversità vissuta con classe e leggerezza anche quando i toni della narrazione si fanno più crudi ed i protagonisti, tre drag queen che attraversano il deserto australiano per andare ad esibirsi in un casinò, incontrano la resistenza di una provincia ottusa. Nel  cammino che da Sidney porta le tre “Girls” fino ad Alice Springs non ci saranno solo ostacoli e momenti di frizione ma anche l’incontro con un meccanico di larghe vedute che preferirà allontanarsi dalla routine per saltare su Priscilla fino alla destinazione finale.

La grandezza di Priscilla è quella di saper cogliere quella forza speciale, che è un po’ rabbia e un po’ poesia, un po’ sarcasmo e un po’ dolcezza, che accompagna il percorso dei tre protagonisti. Sul piano della chimica, della pura alchimia, i tre interpreti potranno solo crescere recita dopo recita fino a raggiungere quell’equilibrio elegante  dove anche la battuta più truce e fulminante si mantiene soave.

Le hit della disco music calzano perfettamente con quel desiderio di divertimento disinibito, di abbandono al puro piacere degli istinti, di voglia di dimenticare ogni disagio e affanno che si scatena nei locali e nelle discoteche ovunque nel mondo. Quando la musica suona, le percussioni pulsano, ognuno di noi troverà la forza per sopravvivere ed andare oltre, nonostante tutto. Per questo I Will Surivive, il successo che fu della grande Gloria Gaynor, è il motivo trainante di Priscilla, quello che più di ogni altro coglie lo spirito dello spettacolo che è musica, ballo e speranza. 

Sigfrido Menghini 

Acquista biglietti

Torna